ViaggioScrivoAmo nominato per i Liebster Award. Grazie @Mindthetrip! Ecco le mie nomination

Sembrava una mattina come tante. Anzi, peggio. Una mattina bruttissima: oggi è il 3 maggio e diluvia! Diluvia, capito?  E invece…e invece accendo l’iPad e trovo un tweet di Mind The Trip che proprio no, non mi aspettavo, e che mi ha reso un sacco felice.
Eccolo!
ImmagineViaggioScrivoAmo è stato nominato per i Liebster Award, un passaparola molto divertente per far conoscere i nuovi blog.

Grazie, grazie, grazie a Mind The Trip per avermi dato la possibilità di partecipare citando il mio blog!

liebster-award

Una volta ricevuta la nomination le regole da seguire sono molto semplici:
1. Mettere il logo del Liebster Award sul proprio blog
2. Ringraziare il blogger che ti ha nominato e linkare il suo blog nel post
3. Rispondere alle 10 domande di chi ti ha nominato
4. Fare un elenco di blog che hanno meno di 200 follower su Twitter
5. Formulare 10 domande per i blog nominati
6. Comunicare le proprie nomination

Logo: messo. Ringraziamenti: fatti. Le mie risposte? Eccole

1. Quando viaggi sei più social, più blogger o più traveller?
Traveller, senza dubbio, ma con lo smartphone come primo alleato. Me la godo sempre fino in mondo pensando a come fare per scoprire il più possibile e divertirmi tantissimo postando contemporaneamente foto di cose e persone interessanti che incontro durante il tragitto che poi diventano i miei appunti di viaggio. Spassarmela è il primo passo anche per poter raccontare al meglio tutto una volta rientrata e suggerire ai lettori tappe e trucchi utili.
2. Un posto che ti ha deluso..
In generale tutti i posti troppo turistici che per questo perdono autenticità.
3. E quello che amerai per il resto della tua vita
Mauritius: per i sorrisi e l’allegria della gente del posto, uno dei più belli del mondo.
4. Da quando hai aperto un travel blog è cambiato qualcosa nel tuo modo di viaggiare?
Più che nel mondo di viaggiare, dato che raccontare i posti che visito cercando di scoprire il meglio fa parte anche del mio lavoro, di raccontare. Lo stile diretto e personale che mi concede il blog mi piace moltissimo.
5. Quando torni da un viaggio cosa non deve mancare nella tua valigia?
Qualcosa di buono e unico da mangiare e da bere da condividere durante una cena con amici per raccontargli della mia avventura.
6. Una mania durante l’organizzazione di un viaggio.
Avere dietro almeno 3 macchine fotografiche e due Moleskine: non si sa mai.
7. Sei mai partito per un viaggio in solitaria? 
No, ma sto per farlo. Ho bisogno di meditare da sola, stavolta. Lo farò passeggiando a lungo.
8. C’è un tipo di viaggio che preferisci (viaggi-avventura, viaggi-relax, viaggi-sportivi, viaggi culturali, ecc.)? 
I viaggi avventura, che per me comprendono tutti gli altri tipi di viaggio. Avventura è scoprire una foresta ma anche apprezzare un quadro che non avresti immaginato. Dedicarti allo sport in un posto mai visto o visitare un museo. Avventura è tutto ciò di nuovo e bello che c’è da scoprire, anche dietro casa.
9. Una canzone di viaggio…
Happy di Pharrel Williams
10. Per fine anno non dovrà mancare un viaggio a..
A Umeå, la capitale europea della cultura. Un posto in grande fermento, a prescindere dal ruolo che ricopre quest’anno. Sono proprio curiosa di scoprirla. Vi racconterò.

Le mie 10 nomination e le mie 10 domande per i blogger
Non riesco nemmeno io a rispettare la regola dei 200 follower :)

Ecco i travel blog che seguo di più:
ViaggioSenzaCoda,I viaggi di Manuel, TravelToTaste, MeaMusic, Mind The trip (sì, ricambio il “favore” perché li seguo a mia volta), Mi prendo e mi porto via

E i foodblog
Il Lato Saporito, Fornelli indecisi, Un tocco di zenzero, ArtusiRemix

 

Ecco le mie domande per i travelblogger
1.Come nasce l’idea del blog? 2.Quanto e come ti ha arricchito questa esperienza? 3.Quello che ti è piaciuto scrivere di più e quello che non avresti voluto scrivere mai? 4.Da quando hai un blog è cambiato il tuo modo di viaggiare, mangiare, osservare quello che hai intorno? 5.Non parti mai senza…6.La prima cosa che fai quando scopri una nuova meta? 7.Quello che non dimentichi mai di fare prima di andare via? 8.Cosa non vorresti vedere mai durante un viaggio? 9.Il compagno di viaggio perfetto. 10.Il prossimo viaggio sarà a…

Per i foodblogger
1.Come nasce l’idea del blog? 2.Quanto e come ti ha arricchito questa esperienza? 3.Quello che ti è piaciuto scrivere di più e quello che non avresti voluto scrivere mai? 4.Da quando hai un blog è cambiato il tuo modo di viaggiare, mangiare, osservare quello che hai intorno? 5.Non cucini mai senza…6.La prima cosa che fai quando scopri un nuovo piatto, un nuovo chef, un nuovo ristorante? 7.Quello che non dimentichi mai di fare prima di assaggiare? 8.Cosa non vorresti vedere mai durante in un piatto? 9.Il compagno di tavola perfetto. 10.Il prossimo piatto sarà…

 

Buon divertimento ragazzi!

 

 

 

 

Annunci

6 commenti

  1. Mi piacciono tutte e 30 le domande, e quindi mi permetto di rispondere.
    1. Quando viaggi sei più social, più blogger o più traveller?
    Anch’io traveller.
    2. Un posto che ti ha deluso..
    Rimini. L’unico luogo di tutta la Romagna che non amo alla follia.
    3. E quello che amerai per il resto della tua vita
    Tagliata di Cervia.
    4. Da quando hai aperto un travel blog è cambiato qualcosa nel tuo modo di viaggiare?
    Il mio non è un travel blog, ma da quanto l’ho aperto é cambiato il mio modo di viaggiare: prima lasciavo il pc a casa, ora me lo porto dietro perché, se qualcuno commenta un mio post, voglio rispondergli in tempi brevi.
    5. Quando torni da un viaggio cosa non deve mancare nella tua valigia?
    Un oggetto non scontato che mi ricordi quell’ esperienza.
    6. Una mania durante l’organizzazione di un viaggio.
    Programmare i tempi e le attività giorno per giorno.
    7. Sei mai partito per un viaggio in solitaria?
    Sì.
    8. C’è un tipo di viaggio che preferisci (viaggi-avventura, viaggi-relax, viaggi-sportivi, viaggi culturali, ecc.)?
    I viaggi relax.
    9. Una canzone di viaggio…

    10. Per fine anno non dovrà mancare un viaggio a..
    Tagliata di Cervia.

    1.Come nasce l’idea del blog? Volevo dare spazio a libri e film che hanno avuto meno successo di quanto meritassero. Sapere che c’é qualcuno che li scopre grazie a te é sempre una grande soddisfazione. : )
    2.Quanto e come ti ha arricchito questa esperienza? Moltissimo. Ho creato dei rapporti splendidi con altri bloggers che commentano quasi sempre i miei post, e che senza il blog non avrei mai conosciuto.
    3.Quello che ti è piaciuto scrivere di più e quello che non avresti voluto scrivere mai? Mi è piaciuto molto scrivere http://wwayne.wordpress.com/2013/06/27/guardatelo/, perché per una volta ho parlato non solo del film ma anche di me stesso. Non avrei voluto scrivere http://wwayne.wordpress.com/2014/01/08/il-fine-giustifica-i-mezzi/, perché un altro blogger mi scrisse alcuni commenti provocatori e fu una situazione molto sgradevole.
    4.Da quando hai un blog è cambiato il tuo modo di viaggiare, mangiare, osservare quello che hai intorno? Sì, moltissimo. La comunicazione con altri bloggers mi ha fatto notare dei dettagli e sviluppare delle riflessioni che altrimenti non mi sarebbero passati nemmeno per l’anticamera del cervello.
    5.Non parti mai senza… Un libro, altrimenti durante il viaggio non saprei cosa fare.
    6.La prima cosa che fai quando scopri una nuova meta? Scattare qualche foto.
    7.Quello che non dimentichi mai di fare prima di andare via? Salutare le persone che ho conosciuto durante quel viaggio.
    8.Cosa non vorresti vedere mai durante un viaggio? Gente stressata.
    9.Il compagno di viaggio perfetto. Quello che non si lamenta se ci sono delle situazioni spiacevoli o anche solo degli imprevisti.
    10.Il prossimo viaggio sarà a… Tagliata di Cervia.

    5.Non cucini mai senza… Sale.
    6.La prima cosa che fai quando scopri un nuovo piatto, un nuovo chef, un nuovo ristorante? Scrivere una recensione su tripadvisor.
    7.Quello che non dimentichi mai di fare prima di assaggiare? Gustarmi l’ odore del piatto.
    8.Cosa non vorresti vedere mai in un piatto? Colori poco rassicuranti, come il nero e l’ocra.
    9.Il compagno di tavola perfetto. Quello che sa reggere una conversazione.
    10.Il prossimo piatto sarà… Spaghetti all’ amatriciana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...