Weekend ad #Artefiera: i tre eventi off che non mi perdo (e una guida per artlovers gourmet)

Laurina Paperina, Zio Pork Studio, 2014, Installazione - Courtesy: Studio d'Arte Raffaelli
Laurina Paperina, Zio Pork Studio, 2014, Installazione – Courtesy: Studio d’Arte Raffaelli

Incontrare tutti i miei vecchi amici, fare lunghe passeggiate tra i portici, un salto a San Luca per ricordare alcuni tra i momenti più belli e poi perché fa sempre bene. E poi? Ho una lista lunghissima di cose da fare questo weekend, il primo a Bologna dopo tre anni di assenza. E non solo per questo motivo non sarà come tanti: proprio in questi giorni, e fino a domenica, è infatti in corso Arte Fiera, tra le più grandi e attese fiere dell’arte contemporanea in Europa.

L’assoluto place to be per gli amanti dell’arte ma non solo dato che Arte Fiera è un momento che affascina tutti, anche i meno esperti.  Anche perché, se proprio non si ha voglia di andare in fiera perdendosi il piacere di guardare da vicino almeno un po’ delle oltre 2mila opere esposte quest’anno, si può sempre restare in centro approfittando di Art City, gli eventi organizzati in tutti i musei cittadini, e Art City Night, la notte bianca dell’arte. Dalla sera del 25 gennaio fino a notte fonda ci saranno oltre cento eventi tutti gratuiti e non ci sarà che l’imbarazzo della scelta. Per dare un’occhiata al calendario completo cliccate qui, sul sito della fiera.

Tra gli eventi del fuori salone, ne ho segnati 3 in particolare che non vorrei perdermi, eccoli

-Un tour notturno tra le gallerie intorno alla Manifattura delle arti, distretto culturale tra i più estesi in Europa, a due passi dal MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna e dalla Cineteca di Bologna. Sabato 25 gennaio, per Art City Night saranno aperte fino a mezzanotte con mostre da non perdere. Eccone qualcuna

 (galleria +) oltredimore presenta:
+ Mattia Barbieri _ Vedute. The new fragrance a cura di Maura Pozzati
+ Panem Et Circenses _ trEATticon condensed
Apertura ore 12-24

P420 presenta:
Goran Trbuljak _ GT: monogram, monograph, monochrome, monologue
Inaugurazione ore 18-24

CAR drde presenta:
Angiola Gatti _ ” Incipit ”
Inaugurazione ore 18-24

39000 Light Straws: nuovo progetto dell’artista bolognese Francesca Pasquali in collaborazione con i video artisti Carlotta Piccinini e Andrea Familari e con intervento sonoro di Luigi Mastrandrea a cura di Ilaria Bignotti e Federica Patti e promosso da Fondazione Cardinale Giacomo Lercaro-Raccolta Lercaro in collaborazione con Galleria Colossi Arte Contemporanea, Brescia Galleria Tornabuoni Arte, Firenze
Raccolta Lercaro, via Riva di Reno 57 – 40122 Bologna

-L’omaggio a Marina Abramović al ristorante San Franzisco: performance di Eleonora Massa che elaborerà in chiave strettamente personale l’uso del corpo così come è stato intuito, concettualizzato e proposto dall’artista internazionale Marina Abramović. Seduta, completamente nuda, a un tavolo del ristorante, Eleonora Massa si mette così nelle mani del pubblico, totalmente vulnerabile e attaccabile, e, ancora come altrove, la reazione dello spettatore – oltre che la prova estrema imposta al proprio corpo – diventa l’oggetto stesso della performance.
L’evento è curato dal ristorante San Franzisco di Maurizio Rovinetti.
Fino al 25 gennaio 2014 Orario: dalle 20 alle 23

E se avete voglia di qualche dritta su dove mangiare, ecco il link al pezzo su Bologna per Artlovers dal palato fine che ho scritto per Vanityfair.it. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...