SDW: a Lecce spazio al design in un loft da non perdere.

Vi è mai capitato di scoprire dei posti bellissimi praticamente dietro casa che non avreste mai immaginato? A me è capitato qualche giorno fa, e sono rimasta piacevolmente molto colpita. La redazione di SalentoReview mi ha invitata a moderare la presentazione di Mannaggia Santa Pupa di Danilo Siciliano e 50 sfumature di fritto di Pierpaolo Lala (due libri che, peraltro, vi invito a mettere subito sul comodino) in un nuovo spazio espositivo a metà strada tra Lecce e Cavallino: si chiama SDW. Se ancora non lo conoscete e siete salentini o passate da queste parti, dovete assolutamente farci un salto.

SDW, foto Raffaele Puce
SDW, foto Raffaele Puce

SDW sta per Salento Design Workshop, è un loft molto elegante ricavato da un opificio degli anni ’80 e un progetto nato da un’idea dell’architetto Fernando Longo con l’obiettivo di promuovere la commistione tra il design e la cultura locale, far interagire i due linguaggi. Lui stesso, con i suoi oggetti di design contemporaneo che strizzano l’occhio alla tradizione artigianale salentina, d’altronde, è un esempio di quanto questo connubio possa rivelarsi originale ed efficace. Ma non è un semplice mix tra tradizione e innovazione ciò che vuole promuovere SDW, ma un nuovo punti di vista e di incontro con tutti gli addetti ai lavori e non, che hanno voglia di fare networking per dar vita a questo spazio ogni volta in modo diverso. “Come una lavagna – scrive Longo sul suo sito – sulla quale mostrare pensieri e idee, siano essi ludici o provocatori, ironici o sarcastici”.

SDW, foto Raffaele Puce alcune creazioni di Fernando Longo
SDW, foto Raffaele Puce
alcune creazioni di Fernando Longo

Domenica scorsa, ad esempio, da SDW si è tenuto il finissage di SelfPortrait: una mostra di oggetti di design – dagli accessori moda ai complementi d’arredo  – firmata da architetti e designer salentini o comunque legati al Salento proposti come autoritratti (da qui il titolo), segni distintivi del loro approccio alla progettazione. Ecco i loro nomi:: Guglielmo Quaranta, Dario Mocellin, Archicool (Beatrice Malorgio e Donato Matarrese), Onelia Greco, Gianfranco Conte, Alice Calamita, Sandra Faggiano e Fernando Longo, Gabriele Perrino, archiLAB_studio (Anna Grazia Ecclesia e Giovanni Negro), Lorenzo Gemma, Giovanni Lamorgese, Emanuela Rovito, Andrea Mighali, Germana Picchioni, Cristina D’Angelo, Michele Pagano e Studio Fabricarte (Stefania Galante e Danilo Pastore).

SDW, foto Raffaele Puce
SDW, foto Raffaele Puce

Selfportrait4_24
Partner dell’evento è stato il Birrificio B94 che produce delle ottime birre artigianali che vi consiglio di assaggiare.

SDW, foto Raffaele Puce
SDW, foto Raffaele Puce

Nel frattempo tenete d’occhio il sito di SDW e non perdetevi il prossimo evento. Io ci sarò!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...